labradorite

Il gruppo dei feldspati

Sono formati da minerali molto simili per le proprietà e per la loro morfologia, cristallizzano nel sistema monoclino o nel sistema triclino formando due sottogruppi. Tutti hanno sfaldatura perfetta e lo stesso sistema strutturale.
Nella serie dei feldspati monoclini vi è l’ortoclasio, che può essere incolore o bianco torbido e completamente opaco. Le sue caratteristiche ottiche variano entro certi limiti secondo la composizione chimica.
Fra i feldspati utilizzati nella produzione di gioielli vi è la pietra di luna o adularia, che è la varietà migliore di questo minerale. L’opalescenza, o schiller, è dovuta alla geminazione lamellare, e si credeva, presso gli antichi, che crescesse con la luna in fase crescente.
Si chiama invece Pietra di sole, scientificamente oligoclase, un altro feldspato che è trasparente, con inclusioni di lamine d’ematite molto splendenti, e viene per lo più dalla Norvegia.
La labradorite è una pietra grigia che, secondo le direzioni in cui la si guarda, presenta riflessi rossi, oro, verdi o azzurro pavone.
Nel Labrador la si trova spesso in mare, in forma di grandi blocchi percossi e voltolati dalle maree.
Infine vi è l’amazzonite che ha un colore verde brillante ed è opaca, appartenente al sottogruppo dei triclini. E’ facilmente sfaldabile ha durezza 6 e può essere tagliata in gioielleria. In generale i feldspati hanno durezza fra 6 e 6 e 1/2 nella scala di Mohs.

Share this: